Categorie articoli

Pashimuttanasana

PASHIMOTTANASANA

Il significato del termine Pashimottanasana è “movimento dell’energia dal basso verso l’alto nella parte occidentale del corpo”.

Questa posizione presume l’orientamento del corpo verso Est. Gli Asana normalmente si praticano rivolti verso il Nord o verso l’Est.
Per assumere l’Asana si parte dalla posizione seduta con le gambe distese in avanti. Per migliorare la posizione si possono spostare con le mani i glutei verso l’esterno in modo che gli ischi del bacino tocchino il pavimento. Ora si prende un profondo respiro stirando il più possibile la colonna vertebrale verso l’alto e, mantenendo lo stiramento, si scende esalando in avanti piegando il busto all’altezza della regione pelvica appoggiando sulle cosce prima il ventre poi il petto e per ultima la fronte che si appoggia sulle ginocchia. Le gambe devono rimanere distese, non si devono mai piegare.
Nell’ Asana le spalle devono essere rilassate, la schiena distesa e rilassata. Le mani afferrano gli alluci o le caviglie (o i polpacci per chi non riesce a scendere di più). Il respiro è lento e profondo.

Per facilitare la posizione possiamo usare una sedia sulla quale appoggiare il busto.

In gravidanza si può eseguire Pashimottanasana tenendo la gambe larghe in modo da far passare la pancia.

Benefici:
In questo Asana il corpo è ripiegato su se stesso e ciò favorisce l’introspezione. Nell’Asana la schiena,i polmoni e il cuore sono in una posizione orizzontale e quindi meno soggetti alla forza di gravità. Ciò dà loro sollievo. Il flusso di sangue al cervello aumenta sensibilmente e la schiena, così distesa, si rilassa per tutta la sua lunghezza.
Si ha una notevole stimolazione dei nervi spinali della parte inferiore della schiena e ciò migliora le funzioni digestive e uro-genitali.
In questo Asana ci sono tre punti particolari che vengono stimolati: quando afferriamo la base degli alluci di riflesso stimoliamo l’Ajna Chakra (al centro del capo); i gomiti, appoggiando sul pavimento, agiscono sul ritmo cardiaco e la base della colonna vertebrale, stimolata dallo stiramento, spinge l’energia dai primi due Chakra (Muladhara e Swadhisthana) direttamente all’Ajna Chakra.
Il Chakra stimolato è Swadhisthana Chakra.

Lascia un commento

N.B.: Qualunque informazione fornita su questo sito NON COSTITUISCONO un consulto medico. Il contenuto del sito è PURAMENTE A CARATTERE INFORMATIVO. Le informazioni contenute in questo sito sono rivolte a persone maggiorenni e in buono stato generale di salute. L'UTENTE utilizzerà pertanto questo sito sotto la Sua unica ed esclusiva responsabilità. In nessun caso lo staff che collabora al sito, potrà essere ritenuto responsabile di eventuali danni sia diretti che indiretti, o da problemi causati dall'utilizzo delle summenzionate informazioni. Per qualsiasi decisione riguardante il vostro stato di salute rivolgetevi al vostro medico di medicina generale o specialista adeguato alla problematica in atto.

INTENSIVO DI YOGA A VERONA

Janu ShirshasanaIn data 4 dicembre 2016 si terrà un intensivo di yoga presso il Centro Yoga Verona, sito in via Cerpelloni 22 Quinzano (Verona).

Programma:
dalle 09 alle 10.30       Asana
dalle 10.30 alle 11.30  Pranayama (Kapalabhati, Bhastrika e Bandha Traya)
dalle 11.30 alle 12.00  Pausa tè
dalle 12.00 alle 13.00  Kriya
dalle 13.00 alle 13.30  Relax con musica dal vivo
dalle 13.30 in poi        Aperitivo e piccolo rinfresco offerti dal Centro Yoga

L’intensivo sarà tenuto da Kailash (Claudio)
Come di consueto sono gradite le prenotazioni al numero 349 6581902 oppure via mail: ka1lasha108@gmail.com
L’ingresso è aperto a tutti e il costo della mattinata sarà di 40 euro