Categorie articoli

VASISHTHASANA

Il termine Vasishthasana significa “posizione di Vasishtha”. Egli era uno fra i più famosi saggi del periodo vedico. La leggenda vuole che sia nato per l’amore degli dei Mitra e Varuna per la ninfa Urvashi. Fu maestro del padre di Rama e di Rama stesso. I Suoi insegnamenti sono contenuti nel famoso testo Yogavasishtha che è considerato un valido mezzo per raggiungere l’illuminazione.
Per assumere la posizione si parte da Driddhasana, cioè distesi su un fianco. Solleviamo il busto ed appoggiamo la mano a terra vicino al bacino. le gambe sono distese e i piedi sono posizionati a “martello”, cioè perpendicolari agli stinchi. Ora dobbiamo sollevare il corpo e rimanere appoggiati sulla mano e sui piedi. Il braccio libero è disteso sul fianco.
Da questa posizione base, possiamo aggiungere varianti come il sollevamento della gamba libera afferrando il piede, o il piegamento della gamba libera nel mezzo loto.

Benefici:
Potenzia la cintura addominale e i fianchi, rinforza i polsi le braccia e le gambe, migliora l’equilibrio e il portamento, migliora la percezione del corpo.
Il Chakra stimolato è il Manipura Chakra.

Lascia un commento

N.B.: Qualunque informazione fornita su questo sito NON COSTITUISCONO un consulto medico. Il contenuto del sito è PURAMENTE A CARATTERE INFORMATIVO. Le informazioni contenute in questo sito sono rivolte a persone maggiorenni e in buono stato generale di salute. L'UTENTE utilizzerà pertanto questo sito sotto la Sua unica ed esclusiva responsabilità. In nessun caso lo staff che collabora al sito, potrà essere ritenuto responsabile di eventuali danni sia diretti che indiretti, o da problemi causati dall'utilizzo delle summenzionate informazioni. Per qualsiasi decisione riguardante il vostro stato di salute rivolgetevi al vostro medico di medicina generale o specialista adeguato alla problematica in atto.