Categorie articoli

VIRABHADRASANA II

 

Il termine Virabhadrasana significa “posizione di Virabhadra”. Questa è la seconda variante dell’Asana.
Per assumere la posizione si parte da Tadasana. Divarichiamo le gambe di circa il doppio della larghezza delle spalle, ruotiamo il piede sinistro in fuori di 90°. Inspirando solleviamo le braccia all’altezza delle spalle senza sollevarle e teniamo il torace ben aperto. Ora ruotiamo la testa verso sinistra e pieghiamo la gamba sinistra fino a portare lo stinco perpendicolare al terreno. La gamba dietro è tesa e la coscia è leggermente contratta in modo da sentire la rotula che sale verso di essa. Il bacino non deve ruotare verso sinistra, come verrebbe naturale fare, ma deve rimanere aperto verso l’esterno. Il ginocchio sinistro deve essere spinto leggermente verso l’esterno in modo da non sforzare sul menisco.
Manteniamo l’Asana per almeno 10 respiri profondi, quindi distendiamo la gamba sinistra, ruotiamo il busto ed eseguiamo sull’altro lato.

Benefici:
Rinforza i muscoli delle gambe e li sviluppa in modo armonico, allevia il problema di crampi alle gambe, rinforza i muscoli della schiena e tonifica gli organi addominali. Il torace si dilata aumentando la capacità respiratoria.
I Chakra stimolati sono Anahata e Vishuddha Chakra.

Lascia un commento

N.B.: Qualunque informazione fornita su questo sito NON COSTITUISCONO un consulto medico. Il contenuto del sito è PURAMENTE A CARATTERE INFORMATIVO. Le informazioni contenute in questo sito sono rivolte a persone maggiorenni e in buono stato generale di salute. L'UTENTE utilizzerà pertanto questo sito sotto la Sua unica ed esclusiva responsabilità. In nessun caso lo staff che collabora al sito, potrà essere ritenuto responsabile di eventuali danni sia diretti che indiretti, o da problemi causati dall'utilizzo delle summenzionate informazioni. Per qualsiasi decisione riguardante il vostro stato di salute rivolgetevi al vostro medico di medicina generale o specialista adeguato alla problematica in atto.