Categorie articoli

Muladhara tantrico

MULADHARA CHAKRA

Il significato del termine Muladhara Chakra è “centro radice“. E’ situato tra gli organi genitali e l’ano. La sua corrispondenza fisiologica è il plesso coccigeo. Ha quattro petali color cremisi che corrispondono a quattro Nadi. Sui petali sono scritte con lettere d’oro le quattro sillabe Sanskrite VA ȘA ŚA SA. I quattro petali corrispondono alle quattro beatitudini: Yogananda, beatitudine attraverso lo Yoga; Paramananda: beatitudine suprema; Sahajananda: beatitudine naturale; Virananda: bratitudine attraverso lo sforzo eroico. Il suo colore è il rosso.

TANMATRA: Gandha (l’aspetto sottile dell’olfatto)

MAHABHUTA: Pritivi (l’aspetto coesivo della terra)

TATTWA (elemento): terra

JNANENDRIYA (sensi): odorato

KARMENDRIYA (organo d’azione): ano

YANTRA: quadrato giallo

BIJA MANTRA: LA

DEVATA (divinità): il Signore di questo Chakra è Ganesha, il dio con la testa di elefante. Esso rappresenta la forza che abbatte ogni ostacolo. Il topolino che sta sempre al Suo fianco rappresenta l’astuzia e la prolificità; quindi Ganesha riassume la forza astuta e prolifica che abbatte gli ostacoli. Altre correnti vedono Signore del Chakra il dio Indra su un elefante bianco, chiamato Airavata, con sette proboscidi che rappresentano i sette Datu: sangue, ossa, midoll, carne, grasso, muscoli, sperma e secrezioni femminili. Seduto su un loto vi è il dio Brahma con quattro teste che rappresentano i quattro Veda, altre interpretazioni vedono le quattro teste come i quattro stati di coscienza: veglia, sogno, sonno profondo, trascendenza. Come attributi ha in mano i Veda che rappresentano la conoscenza, un vaso colmo di nettare che rappresenta i doni elergiti dalla conoscenza, un fiore di loto che rappresenta la purezza e le mani atteggiate nel Mudra Abhaya il cui significato è: avvicinati senza timore.

SHAKTI: Dakini che tiene in mano un tridente che rappresenta la creazione, conservazione e distruzione dell’universo; un teschio che rappresenta il distacco; la spada che simboleggia il discernimento; lo scudo che simboleggia la difesa contro gli attacchi dei nemici che sono le nostre tendenze negative.

LINGA: Swyambu Linga, o il Linga auto-generato, color grigio fumo. Agisce su Apana Vayu che regola i processi di eliminazione.

In questo Chakra sono compresi gli elementi che generano la materialità più grossolana: collera, aviditò. delusione, avarizia, sensualità. E’ il primo Chakra da cui emerge l’essere umano carico ancora di istintualità e animalità del regno animale. Qui risiede il primo Granthi detto Brahma Granthi, o nodo, generato dall’incontro di Ida, Pingala e Sushumna Nadi, che impedisce al mondo del subconscio di invadere il conscio. E’ come una porta chiusa che separa i due mondi. Esso ha la sua sede nel corpo fisico.

Chi risveglia questo Chakra ottiene il controllo sul respiro, sul proprio seme, ottiene il potere di levitare ed è preservato da ogni incidente causato dalla terra.

Lascia un commento

N.B.: Qualunque informazione fornita su questo sito NON COSTITUISCONO un consulto medico. Il contenuto del sito è PURAMENTE A CARATTERE INFORMATIVO. Le informazioni contenute in questo sito sono rivolte a persone maggiorenni e in buono stato generale di salute. L'UTENTE utilizzerà pertanto questo sito sotto la Sua unica ed esclusiva responsabilità. In nessun caso lo staff che collabora al sito, potrà essere ritenuto responsabile di eventuali danni sia diretti che indiretti, o da problemi causati dall'utilizzo delle summenzionate informazioni. Per qualsiasi decisione riguardante il vostro stato di salute rivolgetevi al vostro medico di medicina generale o specialista adeguato alla problematica in atto.

Intensivo di Yoga domenica 13 marzo 2016

50-Aprile2012Yogaweb organizza un intensivo di yoga nel giorno 13 marzo 2016 al Centro Yoga Verona, via Cerpelloni 22, Quinzano (VR).

L’intensivo sarà tenuto da Kailash, insegnante di yoga

Il programma di domenica sarà:
ci troviamo al Centro Yoga un po’ prima delle 9

dalle 9,00 alle 10,30       Yoga Asana
dalle 10,30 alle 11,00      Teoria: cos è il Pranayama, perché praticare Pranayama?
dalle 11,00 alle 11,45       Pranayama (Vibhaga Pranayama con sequenze Hathenas, Nadi Shodhana)
dalle 11,45 alle 12,15       Kriya

Pausa pranzo. Il cibo sarà vegetariano e offerto da Yogaweb

dalle 14,00 alle 15,00      Yoga Cikitsa (manipolazioni sullo scheletro)
dalle 15,00 alle 16,30      Yoga Asana
dalle 16,30 alle 17,15       Pranayama (Nadi Shodhana, Nadi Shuddhi)
dalle 17,15 alle 18,00      Teoria: cosè il Mantra, perché praticare il Mantra?
dalle 18,00 alle 18,30     Mantra
dalle 18,30 alle 19,00     Meditazione accompagnata dal suono del sitar o dell’esraji (Nada yoga)

Costo della giornata 50 Euro.

Alle 21 concerto di chitarra e sitar con Massimo Montresor alla chitarra e Kailash al sitar, esraji

E’ richiesta la prenotazione. Per informazioni cell.: 349 6581902