Categorie articoli

BANDHA TRAYA

Con il termine Bandha si intende contrazione quindi Bandha Traya si traduce con “tre contrazioni”. Al termine di ogni pranayama solitamente c’è un periodo più o meno lungo di ritenzione del respiro a polmoni pieni (Kumbhaka) o a polmoni vuoti (Shunyata). Per evitare danni provocati dalla pressione interna del corpo, si eseguono tre contrazioni che hanno il compito di bloccare la pressione all’interno del busto senza farla salire  alla testa o scendere verso il pavimento pelvico.
La prima contrazione si chiama Mula Bandha ed è la contrazione del pavimento pelvico. Si incomincia con il contrarre gli sfinteri anali, poi il pavimento pelvico e il basso pube. Tutto avviene simultaneamente. La contrazione deve essere formidabile. Questo serve affinché la pressione non spinga sul pavimento pelvico provocandone il prolasso. L’energia viene spinta verso l’alto. Va mantenuto per tutta la durata del Kumbhaka e del Shunyata.
La seconda contrazione è Uddyana Bandha: a polmoni pieni si esegue tirando in dentro la pancia spingendo con gli addominali in modo che il ventre sia allineato al torace. A polmoni vuoti, invece, si deve risucchiare l’addome in dentro dilatando il torace in modo che si crei una forte depressione nell’area addominale. Prima di inspirare si deve sciogliere l’Uddyana Bandha e, tenendo sotto controllo l’addome, si inspira. Questo Bandha impedisce alla pressione di premere troppo sulla zona ombelicale. L’energia viene spinta verso l’alto. Uddyana Bandha va mantenuto per tutta la durata del Kumbahaka e del Shunyata.
L’ultima contrazione è Jalandhara Bandha: questa contrazione si compone di tre movimenti distinti applicati nello stesso momento. Prima si deglutisce in modo che la glottide sia pronta per essere bloccata, contemporaneamente si contraggono i muscoli pellicciai del colo facendo un leggero movimento in avanti, quindi si preme il mento contro lo sterno mantenendo una forte pressione. Questo Bandha impedisce alla pressione di salire alla testa. L’energia sale verso la testa. Va mantenuto per tutta la durata del Kumbhaka e del Shunyata.
Questi tre Bandha vanno eseguiti contemporaneamente.

Vengono stimolati i tre Chakra Muladhara, Manipura e Vishuddha.

Lascia un commento

N.B.: Qualunque informazione fornita su questo sito NON COSTITUISCONO un consulto medico. Il contenuto del sito è PURAMENTE A CARATTERE INFORMATIVO. Le informazioni contenute in questo sito sono rivolte a persone maggiorenni e in buono stato generale di salute. L'UTENTE utilizzerà pertanto questo sito sotto la Sua unica ed esclusiva responsabilità. In nessun caso lo staff che collabora al sito, potrà essere ritenuto responsabile di eventuali danni sia diretti che indiretti, o da problemi causati dall'utilizzo delle summenzionate informazioni. Per qualsiasi decisione riguardante il vostro stato di salute rivolgetevi al vostro medico di medicina generale o specialista adeguato alla problematica in atto.

Intensivo di Yoga domenica 13 marzo 2016

50-Aprile2012Yogaweb organizza un intensivo di yoga nel giorno 13 marzo 2016 al Centro Yoga Verona, via Cerpelloni 22, Quinzano (VR).

L’intensivo sarà tenuto da Kailash, insegnante di yoga

Il programma di domenica sarà:
ci troviamo al Centro Yoga un po’ prima delle 9

dalle 9,00 alle 10,30       Yoga Asana
dalle 10,30 alle 11,00      Teoria: cos è il Pranayama, perché praticare Pranayama?
dalle 11,00 alle 11,45       Pranayama (Vibhaga Pranayama con sequenze Hathenas, Nadi Shodhana)
dalle 11,45 alle 12,15       Kriya

Pausa pranzo. Il cibo sarà vegetariano e offerto da Yogaweb

dalle 14,00 alle 15,00      Yoga Cikitsa (manipolazioni sullo scheletro)
dalle 15,00 alle 16,30      Yoga Asana
dalle 16,30 alle 17,15       Pranayama (Nadi Shodhana, Nadi Shuddhi)
dalle 17,15 alle 18,00      Teoria: cosè il Mantra, perché praticare il Mantra?
dalle 18,00 alle 18,30     Mantra
dalle 18,30 alle 19,00     Meditazione accompagnata dal suono del sitar o dell’esraji (Nada yoga)

Costo della giornata 50 Euro.

Alle 21 concerto di chitarra e sitar con Massimo Montresor alla chitarra e Kailash al sitar, esraji

E’ richiesta la prenotazione. Per informazioni cell.: 349 6581902