Categorie articoli

PARIVRITTA TRIKONASANA

Il termine Parivritta significa ruotato, Trikonasana significa posizione del triangolo, quindi il significato di Parivritta Trikonasana è: “posizione del triangolo ruotato”.

Dalla posizione di Tadasana divarichiamo le gambe di almeno un metro. Inspirando apriamo le braccia verso l’esterno, all’altezza delle spalle con i palmi delle mani rivolti verso il basso. Ruotiamo il piede destro di 90° verso l’esterno e il piede sinistro di almeno 45° verso l’interno. Esalando ruotiamo il bacino e il busto contemporaneamente verso destra. Le braccia seguiranno il movimento.
In questa posizione di passaggio tutta la parte anteriore del busto è voltata a destra. Continuando l’esalazione scendiamo con il busto e portiamo la mano sinistra verso terra accanto al piede destro. Le gambe devono rimanere tese e i muscoli tonici. Le braccia sono sempre aperte e seguono il movimento del busto. Siccome Parivritta Trikonasana ha un’azione di torsione della spina dorsale, è bene non assecondare con il bacini il movimento di torsione del tronco, quindi mentre scendiamo verso la gamba destra, il fianco sinistro lo spingiamo verso l’alto in modo da accentuare la torsione della colonna vertebrale.
La mano sinistra toccherà terra vicino al piede destro, il capo lo ruotiamo a guardare la mano destra in alto con il palmo rivolto all’esterno.
Nella posizione cerchiamo di aprire bene il torace, di spingere in dentro il ventre ed allungare la colonna vertebrale. La testa e il coccige sono allineati. Se non ci sono problemi a mantenere l’Asana, possiamo abbinare anche un leggero Mulabandha che renderà più energetica l’Asana.
Se non riusciamo a scendere a terra con la mano, possiamo utilizzare un qualsiasi sostegno che ci avvicini il pavimento, permettendoci di non commettere errori posturali.
Se abbiamo problemi alle cervicali, anziché ruotare il capo, lo teniamo dritto a guardare di fronte a noi.

La posizione va mantenuta da 20 a 60 secondi respirando lentamente e profondamente con il diaframma e abbinando l’Ujjayi Pranayama.

Parivritta Trikonasana può essere eseguita anche in mondo dinamico, allora abbineremo la respirazione ai movimenti: esalando scendiamo nella posizione, inspirando ci solleviamo.

Si termina l’Asana sollevandoci nella posizione di partenza con una inspirazione, con una esalazione ripetiamo dalla parte opposta.

I Chakra principalmente stimolati dall’Asana sono Anahata e il Manipura Chakra.

Durante la fase statica possiamo concentrare la mente sull’Anahata Cakra.

Possiamo applicare delle varianti alla posizione: divaricare le gambe di almeno un metro e portare le braccia aperte all’altezza delle spalle. Mantenendo i piedi paralleli fra loro, ruotiamo il busto verso destra e scendiamo con la mano sinistra verso il piede destro facendo attenzione di mantenere la schiena distesa e il torace aperto. La testa ruota a guardare la mano destra che rimane sollevata.
Divaricare le gambe di almeno un metro e sollevare le braccia all’altezza delle spalle. Mantenendo i piedi paralleli pieghiamo il busto verso terra facendo attenzione che il movimento parta dalle anche. Appoggiamo la mano sinistra a terra in mezzo ai piedi e ruotiamo il capo a guardare la mano destra sollevata. La schiena dovrà essere distesa, il torace aperto.

 

Benefici:
Parivritta Trikonasana è di grande beneficio per la colonna vertebrale. In questo Asana tutta la muscolatura posteriore delle gambe, la muscolatura della schiena ed i glutei sono profondamente stirati e tonificati. La posizione ruotata del busto esercita una trazione nella parte bassa della schiena prevenendo e curando problemi legati ai dischi intervertebrali e al nervo sciatico.
Ha un’azione preventiva sulle cervicali, migliora la respirazione e la circolazione sanguigna è aumentata nella parte bassa della schiena dando vigore e tonificando gli organi addominali e pelvici.
L’energia viene distribuita in modo equo nelle tre sezioni del corpo: gambe, braccia e tronco. La flessione laterale del busto con gambe e braccia tese muove l’energia dalla spina dorsale verso gli arti.
Dal punto di vista esoterico il triangolo evoca la triade che nasce dal Bindu Cosmico, il Punto da cui nascono tre raggi che formano il triangolo. Parivritta Trikonasana simboleggia la fusione armonica dei tre piani dell’essere: il piano spirituale che è rappresentato dalla mano sollevata, il piano materiale simbolizzato dalla mano a contatto del terreno e il piano psichico che è rappresentato dalla linea orizzontale formata dal tronco.

Controindicazioni:
Parivritta Trikonasana
è sconsigliata a chi soffre di ernia inguinale, a chi ha gravi problemi alle vertebre lombari e cervicali.

Durante la gravidanza:
Durante la gravidanza Parivritta Trikonasana non è facile da eseguire perché il volume del ventre può impedire una corretta torsione del busto. Quindi è preferibile usare la seconda variante sopra descritta. La durata dell’esecuzione varia da 20 a 30 secondi. Quando ci solleveremo lo faremo con una espirazione. Ripetiamo l’Asana dalla parte opposta.

Lascia un commento

N.B.: Qualunque informazione fornita su questo sito NON COSTITUISCONO un consulto medico. Il contenuto del sito è PURAMENTE A CARATTERE INFORMATIVO. Le informazioni contenute in questo sito sono rivolte a persone maggiorenni e in buono stato generale di salute. L'UTENTE utilizzerà pertanto questo sito sotto la Sua unica ed esclusiva responsabilità. In nessun caso lo staff che collabora al sito, potrà essere ritenuto responsabile di eventuali danni sia diretti che indiretti, o da problemi causati dall'utilizzo delle summenzionate informazioni. Per qualsiasi decisione riguardante il vostro stato di salute rivolgetevi al vostro medico di medicina generale o specialista adeguato alla problematica in atto.

Intensivo di Yoga domenica 13 marzo 2016

50-Aprile2012Yogaweb organizza un intensivo di yoga nel giorno 13 marzo 2016 al Centro Yoga Verona, via Cerpelloni 22, Quinzano (VR).

L’intensivo sarà tenuto da Kailash, insegnante di yoga

Il programma di domenica sarà:
ci troviamo al Centro Yoga un po’ prima delle 9

dalle 9,00 alle 10,30       Yoga Asana
dalle 10,30 alle 11,00      Teoria: cos è il Pranayama, perché praticare Pranayama?
dalle 11,00 alle 11,45       Pranayama (Vibhaga Pranayama con sequenze Hathenas, Nadi Shodhana)
dalle 11,45 alle 12,15       Kriya

Pausa pranzo. Il cibo sarà vegetariano e offerto da Yogaweb

dalle 14,00 alle 15,00      Yoga Cikitsa (manipolazioni sullo scheletro)
dalle 15,00 alle 16,30      Yoga Asana
dalle 16,30 alle 17,15       Pranayama (Nadi Shodhana, Nadi Shuddhi)
dalle 17,15 alle 18,00      Teoria: cosè il Mantra, perché praticare il Mantra?
dalle 18,00 alle 18,30     Mantra
dalle 18,30 alle 19,00     Meditazione accompagnata dal suono del sitar o dell’esraji (Nada yoga)

Costo della giornata 50 Euro.

Alle 21 concerto di chitarra e sitar con Massimo Montresor alla chitarra e Kailash al sitar, esraji

E’ richiesta la prenotazione. Per informazioni cell.: 349 6581902